Sia pur controvento si può navigare. Fortunatamente l’Accademia della Voce di Torino, che in questi anni ha tenuto la barra del timone a dritta, dall’anno scorso veleggia, giuridicamente in modo autonomo, con il nome di associazione Onlus ACCADEMIA DELLA VOCE DEL PIEMONTE ALTO PERFEZIONAMENTO LIRICO E STRUMENTALE avendo fatto tesoro delle esperienze pluriennali dell’Accademia “madre”. Proprio nei giorni scorsi, inoltre, ha ottenuto il Riconoscimento Giuridico della Regione Piemonte. L’Accademia della Voce del Piemonte è stata costituita nel settembre 2011 con atto notarile in Torino e, da tre anni, prosegue la vicenda didattica internazionale verso porti più protetti. La direzione artistica è stata definitivamente affidata al M° Sonia Franzese, la cui preziosa collaborazione di musicista sensibile, tenace quanto professionalmente ferrata, ha dato ottimi risultati. Il M° Sonia Franzese, assistente di Bruno Casoni alla Scala per le “Voci Bianche”, è decisa a perseguire gli obiettivi didattici, indicati dalla Regione Piemonte. Proprio per questo il CDA dell'associazione Onlus l'ha votata ad unanimità nuovo direttore artistico. L’Accademia della Voce del Piemonte Alto Perfezionamento Lirico e Strumentale guarda all’immediato futuro con cauto ottimismo, nella convinzione che la Cultura torni ad avere nel nostro Paese quel ruolo fondamentale, indispensabile per una crescita che ritrasferisca alle associazioni quel concetto valoriale che riassume in sé professionalità, correttezza, passione per l’arte, ed ai giovani artisti la convinzione che il nostro, comunque, resta un grande Paese. Da settembre 2014 a giugno 2015 l’Accademia della Voce del Piemonte godrà di un “parterre de roi” di artisti/docenti tutt’ora in carriera, di valore internazionale che terranno Master Class a beneficio di giovani cantanti di numerose nazioni: Giappone, Cina, Corea, Italia, Stati Uniti, Georgia, Turchia, Spagna, Norvegia, Germania, Francia. Giovani che giungono a Torino per apprendere l’insegnamento e l’arte di Rockwell Blake, Pietro Ballo, Luciana D’Intino, Daniela Dessì, Mariella Devia, Sherman Lowe, Linda Campanella. Un “programma didattico eccellente” – cui si uniscono i Due Corsi mensili di Alto Perfezionamento Lirico con gli artisti/docentio Silvia Mapelli, soprano (Tecnica e Interpretazione) e il M° Sonia Franzese (Studio del Repertorio). Una sintesi tanto felice da far esclamare ad un’insegnante giapponese “nessuna associazione privata e tanto meno pubblica gode, in un anno accademico, di Maestri così straordinari e bravi”. Dunque l’Accademia della Voce del Piemonte è ammirata da giovani cantanti di numerose nazioni che si affacciano alla Lirica con sempre maggior “desiderio di conoscenza”. Queste considerazioni ci riempiono di orgoglio e sottolineano con tutta chiarezza il forte impegno professionale dell’Accademia sostenuta dalla Regione Piemonte. Anche le Master Class di Musica Strumentale godono del medesimo prestigio: Massimiliano Damerini (Conservatorio Paganini di Genova), concertista di assoluto rigore professionale; Francesco Manara (Spalla dell’Orchestra della Scala di Milano), torinese, una delle eccellenza che il mondo ci invidia, e Marco Tamayo, venezolano, eccellente concertista di chitarra classica, docente al Mozarteum di Salisburgo. Si lavora quindi con pacato entusiasmo e grande fermezza, sicuri di cogliere altri lusinghieri risultati. Particolarmente caro all’’Accademia è il progetto “Coro Internazionale Voci Bianche Italia”, diretto da Sonia Franzese, costituito da bambini e bambine di diverse nazionalità, residenti a Torino. Così come lo studio intenso cui è sottoposto il Coro dell’Accademia della Voce del Piemonte diretto da Sonia Franzese, ormai valorizzato dai continui impegni professionali in Piemonte, Lombardia, Liguria, Francia. Un’Accademia, dunque, in cui si rispettano le regole, i valori umani e artistici, si vive in un’atmosfera di totale armonia, si affronta lo studio con serietà, si raggiungono apprezzati risultati formativi. Un processo evolutivo importante a cui parteciperanno anche i pianisti Diego Mingolla, Sergio Merletti e Svetlana Yourchenko. All’intenso studio si accompagna il costante impegno nel favorire la carriera lirica dei giovani cantanti e strumentisti. Questo impegno fa sì che le istituzioni pubbliche e private guardino all’Accademia della Voce del Piemonte con crescente attenzione e crescenti prospettive. Così come è avvenuto nel concerto eseguito a Castel Gandolfo il 7 settembre 2010 al cospetto di Benedetto XVI in occasione del suo V Anno di Pontificato, con la “Messa da Requiem” di Mozart, in cui l’Orchestra di Padova e del Veneto, il Coro Accademia della Voce del Piemonte e solisti dell’Accademia diretti da Claudio Desderi e da Sonia Franzese, hanno espresso appieno la loro professionalità. Un concerto che rimarrà impresso nella nostra memoria e nei nostri cuori per l’emozione che ha suscitato in tutti noi e nel foltissimo pubblico internazionale convenuto nel Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo.

Armando Caruso
Presidente
Accademia della Voce del Piemonte Alto Perfezionamento Lirico
e Strumentale
Sonia Franzese
Direttore Artistico

> vai al sito dell' accademia